Covid-19: la situazione in Lombardia aggiornata a venerdì 13 marzo

Sembra che il numero dei contagi cresca meno che nei giorni scorsi anche se i numeri rimangono alti.
Nei prossimi giorni, si dovrà verificare se questo calo dipende dall’effetto dei provvedimenti adottati oppure se è legato alla non omogeneità e regolarità della raccolta dati.

I dati provinciali odierni sono difficili da interpretare perché ci sono ancora troppi casi non assegnati a nessuna provincia (denotati con TBD nei grafici).

Si ribadisce la difficolta di analizzare dati di cui non è garantita l’uniformità e l’omogeneità.

Un nuovo grafico introdotto oggi indica il rapporto tra decessi e casi positivi: si rileva un trend decisamente in crescita. Siccome è inverosimile che la COVID-19 sia diventata più letale con il passare dei giorni, è verosimile che i casi positivi siano sottostimati rispetto ai primi giorni di marzo.

Quindi da un lato non si deve abbassare la guardia, e dall’altro lato si deve proseguire con l’allestimento di nuovi posti in terapia intensiva.