Covid-19: la situazione in Lombardia aggiornata a giovedì 30 aprile

La Regione Veneto ha comunicato di recente che arriverà a eseguire 30’000 tamponi al giorno. Qual è l’obiettivo che si pone la Regione Lombardia? Lo chiediamo da settimane, ma non abbiamo ancora risposte. Viste dimensioni e il livello di contagio, dovrebbero essere almeno il doppio di quelli previsti in Veneto.
Si continuano a riscontrare notevoli ritardi nella comunicazione degli esiti dei tamponi: passare più di dieci giorni in attesa dell’esito mette in difficoltà gli operatori sanitari, le aziende, le famiglie…
Le ATS devono prendere in mano la gestione del monitoraggio e della sorveglianza sui territori. Se così non sarà avremo nuovi focolai e quindi nuovi lockdown.
È urgente definire al più presto il sistema di mappatura del contagio combinando nell’opportuna sinergia i test basati sui tamponi rino-faringei con i test sierologici in funzione della strategia di riapertura che non dovrà essere rimandata più di quanto strettamente necessario.

Se riparte la Lombardia riparte tutta l’Italia!

Qui la dashboard coi dati interattivi.