Covid-19: la situazione in Lombardia aggiornata a domenica 10 maggio

Siamo in una fase critica: dagli altri paesi abbiamo imparato che all’inizio della fase 2 è alto il rischio di dover ricorrere a un nuovo lockdown a causa di nuovi focolai.
È necessario saper individuare questi eventuali focolai il prima possibile. Per far ciò è necessario

  • Potenziare le ATS come attori capaci di presidiare il territorio e di erogare i servizi di medicina di base
  • Aumentare in maniera radicale il numero di tamponi che possono essere fatti ogni giorno con particolare riferimento non solo alle persone già risultate positive, ma soprattutto alle persone che possono esser venute a contatto con il virus in questa fase due.

Qui la dashboard coi dati interattivi.