Covid-19: la situazione in Lombardia aggiornata a martedì 2 giugno

Il numero dei casi positivi è 187: il minimo storico di ieri è stato subito accantonato non appena il numero di tamponi è risalito! Su scala settimanale il numero dei casi positivi conferma il calo anche se la diminuzione è meno marcata che nella scorsa settimana.

Nella settimana che si chiude oggi sono stati comunicati circa 81’000 tamponi: il valore più basso nelle ultime quattro settimane! Invece di crescere, il numero dei tamponi diminuisce.

La percentuale di tamponi positivi rispetto ai tamponi efficaci (positivi + negativi) risale fin quasi al 10%. La tendenza negativa è confermata anche dal fatto che, nelle persone «nuove», la percentuale dei positivi risale sopra il 5%. Speriamo non sia l’indizio di un ritorno di fiamma del contagio.

La crescita della percentuale dei casi positivi delle persone «nuove» impone una seria riflessione.

Delle tre T (Test, Trace & Treat) stiamo investendo molto sulla terza, quella basata sull’allestimento dei posti letto e delle terapie intensive. Mentre è evidente che la giunta regionale non riesca ad attivare politiche di gestione efficace rispetto al tema dei tamponi e del test in generale. Cosa che rende di conseguenza impossibile la gestione del tracciamento (la seconda T).

In sintesi, delle tre T la regione Lombardia sembra aver scelto solo la terza, trascurando le altre due, senza rendersi conto che nelle fasi successive al lockdown, il tracciamento del contagio è essenziale per evitare una nuova chiusura!

Qui la dashboard coi dati interattivi.