Covid-19: la situazione in Lombardia aggiornata a giovedì 25 giugno

Il numero dei casi positivi è 170, il doppio di ieri. Si interrompe così, il trend positivo che aveva caratterizzato i due giorni precedenti.
Su scala settimanale il numero dei casi positivi rimane minore di quello di settimana scorsa (sono 913 contro 1586 della scorsa settimana).
Nella settimana che si chiude oggi sono stati comunicati circa 61’300 tamponi, il valore più basso delle ultime dieci settimane!
Oggi non ci sono i dati sul numero dei tamponi che hanno dato esito positivo, ma possiamo comunque calcolare la percentuale di tamponi positivi rispetto ai  numero di persone «nuove» sottoposte al test: questo valore risale verso il 3% dopo essere rimasto sotto l’1,5% per due giorni.
Il numero dei decessi giornalieri oggi è pari a 22. Anche in questo caso il valore torna a salire (sono il triplo di ieri) dopo che per tre giorni si erano rilevati dati sensibilmente migiori. Su scala settimanale si continua a rilevare una diminuzione del numero dei decessi.
Come sempre la volubilità di tutti questi numeri impone una grande prudenza nell’analisi degli andamenti perché potrebbero esserci variazioni sostanziali.

Siamo in una fase completamente nuova: il rischio maggiore è quello legato a nuovi focolai che possono diffondere di nuovo il contagio.
Il sistema migliore per gestire queste situazioni è quello basato sui tamponi e sul tracciamento dei contatti.
I test sierologici mantengono la loro importanza per valutare la diffusione del contagio ma possono poco per individuare tempestivamente i nuovi focolai e quindi permettere di arginarli.
Purtroppo la Regione Lombardia è ancora carente su questi fronti.

Qui la dashboard coi dati interattivi.