Covid-19: l’analisi dati di mercoledì 12 maggio

Il commento ai dati del Covid-19 in Lombardia

Nonostante quanto annunciato della Giunta nelle scorse, oggi scopriamo che le vaccinazioni aziendali e in farmacia non partiranno prima della fine del mese di maggio.

Dal 15 maggio in Italia sarà necessario il “Green Pass” (certificazione di avvenuta vaccinazione, referto di un tampone o avvenuta guarigione da Covid-19 da non più di sei mesi) per poter, ad esempio, circolare liberamente tra le regioni italiane o partecipare ad eventi nei quali sono previsti numeri rilevanti di spettatori e non è possibile rispettare il distanziamento sociale. Dato che il tampone sarà molto utilizzato in quanto è l’unico dei requisiti a cui i cittadini potranno avere accesso in maniera autonoma (ma anche quello che rischia di essere più iniquo, in quanto il costo è completamente a suo carico) e Regione Lombardia non ha regolamentato questa attività stabilendo una tariffa massima per tutti i laboratori accreditati (come fatto in altre regioni italiane ormai più di un anno fa) come Partito Democratico abbiamo depositato una mozione in cui chiediamo alla Giunta di regolare l’attività disponendo un prezzo massimo comprensivo anche del referto in inglese, che ora è un balzello aggiuntivo di circa dieci euro.

I numeri del Covid-19 in Lombardia

Il numero dei casi positivi di quest’ultima settimana è pari a 9.389, circa il 18,3% in meno di quanto rilevato nella scorsa settimana (erano 11.494) e circa il 31,8% in meno di quella precedente (erano 13.776).
Il numero dei decessi diminuisce sia rispetto alla scorsa settimana che rispetto alla precedente: oggi sono 225, circa il 12,4% in meno della scorsa settimana, quando erano 257 (in quella precedente erano 331). Il numero di casi positivi continua a diminuire e anche il numero di decessi diminuisce.

Nella settimana che si chiude oggi sono stati comunicati circa 299 mila tamponi, di cui 186 mila molecolari e 113 mila antigenici rapidi, un numero in linea a quanto registrato nelle ultime settimane. Anche la percentuale di tamponi positivi per le persone “nuove” cala dal 10% circa della scorsa settimana al 9% circa di questa.

Diminuiscono i ricoverati, sia in terapia intensiva (sono 71 meno della scorsa settimana) sia NON in terapia intensiva (sono 747 meno della scorsa settimana).

La situazione nelle province della Lombardia

Osservando l’andamento delle ultime quattro settimane, le province lombarde si possono dividere nei seguenti gruppi:

  • Bergamo, Cremona e Sondrio registrano una diminuzione tra il 19 e il 29%;
  • Brescia, Como, Lodi, Mantova, Milano, Pavia, e Varese registrano una diminuzione tra il 33 e il 38%
  • Lecco e Monza registrano una diminuzione superiore al 40%.

Nessuna delle province lombarde registra più di 150 casi ogni 100.000 abitanti. Il valore più alto si registra a Mantova con 120. Segue Como con 115. La media lombarda è 93.

Si rileva come oggi siano disponibili circa 205 mila dosi di vaccino non ancora somministrate.