Covid-19: l’analisi dati di mercoledì 19 maggio

Il commento ai dati del Covid-19 in Lombardia

Da domani, 20 maggio, viene aperta la finestra di prenotazione al vaccino anti Covid-19 per la platea 40-49 anni, circa 800.000 persone. Nelle ultime settimane, in Lombardia vengono inoculate 85.000 dosi al giorno. È probabile che dai primi di giugno ci sia una nuova accelerazione che porti a più di 100.000 vaccini giornalieri.

Questione tampone molecolare per “Green Pass”: una settimana fa abbiamo depositato una mozione con cui chiediamo a Regione Lombardia di disporre un prezzo massimo comprensivo anche del referto in inglese. Oggi abbiamo segnalato questa criticità anche in Commissione Sanità. Nonostante il tema sia molto importante e sia stato preso in considerazione dalla Direzione Generale Welfare, la componente politica di maggioranza non si è ancora espressa. È, inoltre, arrivato il momento che Regione Lombardia inizi ad affrontare seriamente il problema  delle mancate adesioni dei cittadini alla campagna vaccinale anti Covid-19: abbiamo bisogno di definire una strategia per incrementare le adesioni.

I numeri del Covid-19 in Lombardia

6.715 positivi questa settimana: circa il 28,5% in meno di quanto rilevato nella scorsa settimana (erano 9.389) e circa il 41,6% in meno di quella precedente (erano 11.494).
Il numero dei decessi diminuisce sia rispetto alla scorsa settimana che rispetto alla precedente: oggi sono 145, circa il 35,6% in meno della scorsa settimana, quando erano 225 (in quella precedente erano 257). Il numero di casi positivi continua a diminuire e anche il numero di decessi subisce una significativa diminuzione.
Nella settimana che si chiude oggi sono stati comunicati circa 278 mila tamponi, di cui 173 mila molecolari e 105 mila antigenici, un numero inferiore a quanto registrato nelle ultime settimane in cui i valori si attestavano attorno ai 300 mila tamponi settimanali. Anche la percentuale di tamponi positivi per le persone “nuove” cala dal 9% circa della scorsa settimana al 6,97% circa di questa. Diminuiscono i ricoverati, sia in terapia intensiva (sono 111 meno della scorsa settimana) sia non in terapia intensiva (sono 521 meno della scorsa settimana).

La situazione nelle province della Lombardia

Osservando l’andamento delle ultime quattro settimane, le province lombarde si possono dividere nei seguenti gruppi:

  • Sondrio registra una diminuzione del 17%;
  • Como, Cremona e Lecco registrano una diminuzione tra il 35 e il 46%;
  • Bergamo, Brescia, Mantova, Milano, Monza e Varese registrano una diminuzione tra il 50 e il 59%;
  • Pavia registra una diminuzione del 63%;
  • Lodi registra una diminuzione del 70%.

Nessuna delle province lombarde registra più di 150 casi ogni 100.000 abitanti. Il valore più alto si registra a Sondrio con 103. Segue Como con 101. La media lombarda è 67.

Si rileva come oggi siano disponibili 158 mila dosi di vaccino non ancora somministrate.