Covid-19 in Lombardia: l’analisi dati di mercoledì 26 maggio

Il commento ai dati del Covid-19 in Lombardia

Tra stasera e domattina, viene aperta la finestra di prenotazione al vaccino anti Covid-19 per la platea 30-39 anni. Oggi il Presidente Fontana ha annunciato che a Giugno la Lombardia tornerà ad inoculare più di 100.000 dosi al giorno.
Approvata la delibera per la vaccinazione nelle aziende: al momento probabilmente resterà sulla carta sia per i contenuti (almeno 250 vaccinazioni al giorno) che nei tempi (con questi ritmi a fine giugno tutte le persone in età lavorativa saranno vaccinati con almeno una dose).
Riforma sistema sociosanitario lombardo: dopo mesi di ritardo la maggioranza non ha ancora presentato la propria proposta di riforma della sanità. Nemmeno la prudentissima programmazione concordata è stata rispettata perché la seduta di commissione prevista per il 27 non si terrà. La pandemia ha messo a nudo i problemi della Legge 23/2015 ed è necessario applicare correttivi profondi, cambiare modello e riequilibrare il rapporto tra pubblico e privato e tra ospedali e medicina territoriale, rimettendo il paziente al centro, mentre oggi, per l’organizzazione sanitaria regionale, è poco più di un numero.

I numeri del Covid-19 in Lombardia

4.809 positivi questa settimana, circa il 28% in meno di quanto rilevato nella scorsa settimana (erano 6.715) e circa il 49% in meno di quella precedente (erano 9.389). Diminuiscono i decessi: oggi sono 94, circa il 35% in meno della scorsa settimana, quando erano 145 (in quella precedente erano 225). Il numero di casi positivi continua a diminuire e anche il numero di decessi subisce una significativa diminuzione.

Nella settimana che si chiude oggi sono stati comunicati circa 258 mila tamponi, di cui 159 mila molecolari e 99 mila antigenici, un numero inferiore a quanto registrato nelle ultime settimane in cui i valori si attestavano attorno ai 300 mila tamponi settimanali. Anche la percentuale di tamponi positivi per le persone “nuove” cala dal 7% circa della scorsa settimana al 5% circa di questa. Infine, Diminuiscono i ricoverati, sia in terapia intensiva (sono 64 meno della scorsa settimana) sia non in terapia intensiva (sono 551 meno della scorsa settimana).

La situazione nelle province della Lombardia

Nessuna delle province lombarde registra più di 100 casi ogni 100.000 abitanti. Il valore più alto si registra a Varese con 70. Lodi ha il dato più basso con 23. La media lombarda è 48.

Osservando l’andamento delle ultime quattro settimane, le province lombarde si possono dividere nei seguenti gruppi:

  • Sondrio registra una diminuzione inferiore al 50%;
  • Bergamo, Brescia, Cremona, Mantova, Milano, Varese registrano una diminuzione tra il 50 e il 60%;
  • Como, Lecco, Lodi, Monza e Pavia registrano una diminuzione superiore al 60%.

Si rileva come oggi siano disponibili 491 mila dosi di vaccino non ancora somministrate.