Covid-19 in Lombardia: l’analisi dati di mercoledì 29 settembre

Il commento dei dati Covid-19 in Lombardia

Riforma sanitaria: Regione Lombardia dichiara che «è nata dall’ascolto» ma la realtà certifica che fino ad ora non c’è stato alcun confronto. Infatti:

  • Gli stakeholder sono stati sentiti in soli due giorni;
  • Non è stata ancora accolta la nostra richiesta  di aprire un confronto sulla localizzazione delle Case di comunità che sorgeranno in Lombardia grazie ai fondi del PNRR e alle prescrizioni del Governo (non va dimenticato che sono un tassello fondamentale per rinforzare la medicina territoriale, che la pandemia ha dimostrato essere un obiettivo prioritario, e quindi non possono essere decise al chiuso di Palazzo Lombardia);

Nella discussione in aula daremo battaglia per chiedere che di realizzi una vera sanità vicina ai cittadini in tutti i territori, con meno liste di attesa, con un privato al servizio del pubblico e non viceversa!

I numeri del Covid-19 in Lombardia

2.632 positivi, in calo del 16% con quanto rilevato nella settimana precedente (3.118) e del 27% circa rispetto a due settimane fa (3585). 41 decessi registra un aumento del 46% rispetto a settimana scorsa (26) e del 64% rispetto a due settimane fa (25). Nella settimana che si chiude oggi sono stati comunicati circa 361 mila tamponi, di cui 118 mila molecolari e 243 mila antigenici. Cala la percentuale di tamponi positivi che passa dal 4,4% di settimana scorsa al 3,6% di questa. Diminuiscono i ricoverati in terapia intensiva (5 in meno rispetto a settimana scorsa) così come i ricoveri NON in terapia intensiva (sono 33 in meno rispetto alla scorsa settimana).

La situazione nelle province della Lombardia

Nessuna provincia registra più di 40 casi ogni 100.000 abitanti. Varese ha il valore più alto con 36. La media lombarda è 26! Osservando l’andamento delle ultime quattro settimane, le province lombarde si possono dividere nei seguenti gruppi:

  • Sondrio  aumenta del 3%;
  • Bergamo, Como, Cremona, Lecco, Milano, Monza e Varese registrano un calo fino al 10%;
  • Brescia e Pavia registrano una diminuzione tra il 10 e il 20%;
  • Lodi e Mantova registrano un calo superiore al 20%.

Per quanto riguarda le vaccinazioni, in questa ultima risulta siano state consegnate circa 566 mila dosi e ne sono state somministrate circa 216 mila (78 mila prime dosi e 138 mila seconde) ne rimangono ancora più di 2,2 milioni da somministrare.