Covid-19 in Lombardia: l’analisi dati di mercoledì 06 ottobre

Il commento dei dati Covid-19 in Lombardia

È iniziata questa mattina in commissione sanità del Consiglio regionale della Lombardia la discussione degli emendamenti alla riforma della sanità predisposta dal presidente Fontana e dalla vicepresidente Moratti. Una “non riforma” che oltretutto inizia con una “non discussione”, per un atteggiamento di grande chiusura da parte del centrodestra.

“Non discussione” che significa anche “non ascolto”: nei pochi emendamenti presentati dalla Lega non c’è traccia di nemmeno una delle cinquecento osservazioni portate dai diversi stakeholder del mondo della sanità lombarda. Uno schiaffo bello e buono. Noi, come Gruppo PD Lombardia, abbiamo fatto nostre molte delle richieste di medici, infermieri, operatori, università e terzo settore presentando 224 emendamenti, tutti di merito.

È evidente che questa maggioranza non è in grado di cambiare davvero la sanità lombarda, ma noi non molleremo di un centimetro e pretenderemo di discutere fino all’ultimo articolo, in commissione e in Aula, stando sempre sul merito. La Lombardia ha sofferto troppo durante la pandemia, il minimo che possiamo fare è pretendere cambiamenti profondi, per la salute dei lombardi.

I numeri del Covid-19 in Lombardia

2.314 positivi, in calo del 12% con quanto rilevato nella settimana precedente (2.632) e del 26% circa rispetto a due settimane fa (3.118). Il numero dei decessi (32) registra una diminuzione del 22% rispetto a settimana scorsa (41) e un aumento del 14% rispetto a due settimane fa (28). Nella settimana che si chiude oggi sono stati comunicati circa 366 mila tamponi, di cui 124 mila molecolari e 242 mila antigenici. Cala sensibilmente la percentuale di tamponi positivi che passa dal 3,6% di settimana scorsa al 3,3% di questa. Aumentano i ricoverati in terapia intensiva (5 in più rispetto a settimana scorsa) e diminuiscono i ricoveri nei reparti ordinari (sono 33 in meno rispetto alla scorsa settimana).

La situazione nelle province della Lombardia

Nessuna provincia registra più di 40 casi ogni 100.000 abitanti. Varese ha il valore più alto con 33 casi ogni 100.000 abitanti. La media lombarda è di 23 casi ogni 100.000 abitanti!

Osservando l’andamento delle ultime quattro settimane, le province lombarde si possono dividere nei seguenti gruppi:

  • Sondrio  aumenta del 14%;
  • Como e Cremona registrano un calo fino al 10%;
  • Bergamo, Brescia, Milano, Monza e Varese registrano una diminuzione tra il 25 e il 40%;
  • Lecco, Lodi, Mantova e Pavia registrano un calo superiore al 40%.

Per quanto riguarda le vaccinazioni, in questa ultima risulta siano state consegnate circa 798 mila dosi e ne sono state somministrate circa 147 mila (62 mila prime dosi e 85 mila seconde) ne rimangono ancora più di 2,3 milioni da somministrare.