News Covid-19

INSTAGRAM

FACEBOOK

Samuele Astuti
Samuele Astuti22 minutes ago
Il 27 gennaio del 1945 venivano aperti i cancelli di Auschwitz, il campo di concentramento polacco in cui trovarono la morte milioni di persone innocenti, uccise dalla vile mano nazista.

76 anni dopo, è dovere di tutti noi farci araldi della memoria e onorare il ricordo di quanto accaduto in quella che è tra le pagine più nere della storia contemporanea. L’anno scorso in Consiglio Regionale abbiamo avuto l’onore di ascoltare le parole della Senatrice Liliana Segre, scolpite nel mio cuore e nella mia memoria. “L’uomo va verso la deriva dell’odio, io sono qui per parlare di pace e amore. L’amore salva!”, disse. Ora, più che mai, a lei e a tutti quelli che hanno vissuto l’orrore dell’Olocausto la promessa di combattere sempre ogni forma di odio e razzismo.

Oggi, causa Covid, non sarà possibile commemorare questa ricorrenza con eventi in presenza ma sono orgoglioso delle tante iniziative che ci saranno nella nostra provincia, dal capoluogo ai piccoli centri.
Samuele Astuti
Samuele Astuti2 days ago
Mi unisco virtualmente alla manifestazione che si sta svolgendo in questo momento sotto Palazzo Lombardia perché ciò che è successo in questi giorni non è accettabile. Non è accettabile che Regione Lombardia prima si lamenti della zona rossa e sbraiti contro il governo salvo poi, una volta accortasi di essere nel torto e di aver sbagliato a conteggiare il numero di persone attualmente positive, dica che probabilmente “non è colpa di nessuno”. Inoltre, quel numero, 10.000.000, impresso nella calcolatrice non è casuale ma il prezzo delle quasi 900.000 dosi di vaccino antinfluenzale che la Giunta ha prima strapagato e, poi, non è riuscita ad inoculare.

Ora basta, #FontanaDimettiti.
Samuele Astuti
Samuele Astuti3 days ago
🟠 La Lombardia è zona arancione 🟠

La realtà, però, certifica che dovrebbe esserlo almeno da una settimana. Il motivo è semplice: un errore nel conteggio degli infetti da parte di Regione Lombardia che fornisce all’Istituto Superiore di Sanità un numero di casi positivi più alto di quello reale. Questo sbaglio porta il Governo a calcolare un Rt completamente fuori scala (1,40 anziché 0,82). La rettifica della stessa Regione ha permesso al Ministero di calcolare l'indice giusto e, quindi, di portarci in zona arancione. Ora, due domande: è possibile che la Lombardia sia l’unica di 20 regioni che sbaglia a fornire i dati al Governo ma, soprattutto, chi pagherà per l’enorme danno procurato? Per rispondere a queste domande abbiamo formalmente chiesto che Fontana e Moratti si presentino martedì in Consiglio per riferire su quanto accaduto. Così non è più possibile andare avanti, da traino della nazione siamo diventati lo zimbello dell'Italia, adesso basta.

Infine, ricordo a tutti che sì, siamo in zona arancione, ma è comunque necessario tenere alta la guardia e rispettare tutte le regole.
Samuele Astuti
Samuele Astuti5 days ago
IN DIRETTA!
Coronavirus in Lombardia: quali novità tra ricorsi, dati e attualità? Parliamo assieme!
Samuele Astuti